Il programma del 33° Torino Film Festival

Share Button

Finalmente è stato reso noto il programma del 33° Torino Film Festival, in svolgimento dal 20 al 28 novembre. Già un mese fa era stato annunciato il film d’apertura: Suffragette di Sarah Gavron con Carey Mulligan, Helena Bonham Carter, Meryl Streep, Anne-Marie Duff, Brendan Gleeson e Ben Whishaw.

TFFIl Torino Film Festival di quest’anno, come si evince già dal poster, rende omaggio a Orson Welles (Kenosha, 6 maggio 1915 – Los Angeles, 10 ottobre 1985), di cui quest’anno ricorre il centenario dalla nascita. Tra i film proposti: Touch of Evil (1958), Mr Arkadin (1955) e il rivoluzionario film di debutto Citizen Kane (1941), considerato il miglior film americano di sempre.

Tra i film in anteprima: Brooklin di John Crowley con Saoirse Ronan, Domhnall Gleeson, Jim Broadbent e Julie Walters; Burnt di John Wells con Bradley Cooper, Sienna Miller, Omar Sy, Emma Thompson, Daniel Brühl e Uma Thurman; Hello, My Name Is Doris di Michael Showalter con Sally Field; High Rise di Ben Wheatley con Tom Hiddleston, Jeremy Irons, Sienna Miller, Luke Evans e Elisabeth Moss; Just Jim di Craig Roberts con Emile Hirsch; La Résistance de l’air di Frédéric Grivois con Tchéky Karyo e Ludivine Sagnier; Moonwalkers di Antoine Bardou-Jacquet con Ron Perlman e Rupert Grint; The Dressmaker di Jocelyn Moorhouse con Kate Winslet, Liam Hemsworth e Hugo Weaving; The Lady in the Van di Nicholas Hytner con Maggie Smith, Jim Broadbent e Dominic Cooper.

Ospite prestigioso del 33° Torino Film Festival sarà il regista danese Nicolas Winding Refn che il 27 novembre alle 22.30 presenterà la copia restaurata di Terrore nello spazio (1965) di Mario Bava, mentre alle 21.15 dello stesso giorno verrà proiettato lo spettacolo teatrale Hamlet diretto da Lindsey Turner e interpretato da Benedict Cumberbatch.

Il Gran Premio Torino verrà assegnato al regista inglese Terence Davies che porta al festival il suo ultimo film Sunset Song, tratto da Canto del tramonto (Sunset Song, 1932) di Lewis Grassic Gibbon e interpretato da Agyness Deyn e Peter Mullan. Il guest director Julien Temple propone una selezione di suoi film, tra cui The Ecstasy of Wilko Johnson (2015), in cui Temple torna a parlare del chitarrista dei Dr. Feelgood sei anni dopo Oil City Confidential (2009): dopo aver scoperto di avere un cancro Wilko Johnson decise di rifiutare le cure e organizzare un ultimo tour d’addio.

Quattro i film italiani in concorso nella sezione principale: Cose di comunismo di Elisabetta Sgarbi, Mia madre fa l’attrice di Mario Balsamo, I racconti dell’orso di Samuele Sestieri e Olmo Amato e Lo scambio di Salvo Cuccia.

A partire dalle ore 14 di domani, giovedì 12 novembre, sarà possibile acquistare i biglietti per le proiezioni attraverso la biglietteria sul sito del Torino Film Festival, dove trovate anche il programma completo. Qui sotto lo spot televisivo realizzato dalla Rai.

Share Button
The following two tabs change content below.
Virgilia Bertolotto

Virgilia Bertolotto

Nasce a Torino nel 1987. Appassionata da sempre di cinema e, in particolare, di cinema d’animazione, nel 2011 consegue la laurea magistrale in Discipline cinematografiche - Storia, teoria e patrimonio. Nel luglio 2014 Vincenzo Grasso Editore pubblica il suo saggio "Dal pixel alla Pixar". Nel tempo libero gestisce tre fanpage su Facebook (Mads Mikkelsen Italia, William Holden Tribute e Jack Huston Italia) e si diletta nel montaggio di filmati. Gli altri suoi interessi sono la lettura, la fotografia e l’arte.

Be the first to comment

Leave a Reply