Jimi: All is my by side, l’altra faccia di Hendrix

Share Button

(id.) Genere: Biografico / Drammatico / Musicale Regia: John Ridley Cast: André Benjamin, Hayley Atwell, Imogen Poots, Burn Gorman, Andrew Buckley, Ruth Negga, Ashley Charles Durata: 118 min Anno: 2013

Jimi: All is my by side è un film del 2013 arrivato nelle nostre sale il 18 settembre 2014. Alla regia troviamo John Ridley (sceneggiatore di 12 anni schiavo) con protagonista il leader del duo hip-hop OutKast, André Lauren Benjamin.
Il film è stato presentato nella sezione Proiezioni Speciali al Toronto International Film Festival, il 7 settembre 2013. La pellicola fa riferimento a vere interviste e materiale d’archivio della vita del musicista Jimi Hendrix e s’impegna a raccontare l’altra faccia del mito, per tanto non sentiremo Purple Haze né Voodoo childHey Joe in questa pellicola (per l’impossibilità di utilizzare i brani firmati da Hendrix stesso, per volontà dei suoi eredi).

Il film ripercorre un solo anno della vita di Hendrix, partendo dal primo incontro con la sua migliore amica – e musa – Linda Keith, nel 1966, passando per la creazione della Jimi Hendrix Experience fino ad arrivare al giorno precedente del famoso concerto di Monetery nel 1967, dove Hendrix – come tutti ricordiamo – diede fuoco alla sua chitarra entrando nella storia del rock.

Ridley ci racconta la storia di un giovane musicista, prima che diventasse un’icona della musica di tutti i tempi, lo fa con costanza e determinazione, stando attento ai minimi particolari storici che la storia richiede. Il regista preferisce la strada della non popolarità, facendo luce su interviste, momenti di vita e canzoni che sono inedite a molti, ma che hanno segnato la carriera del giovane musicista rock.
Formidabile è la performance di Benjamin, che risulta essere una copia ben fatta di Jimi, riuscendo a catturare le sue sfumature e il suo essere, grazie alla gran lavorazione vocale ed espressiva fatta sul personaggio.

Sfuggono molte idee abbozzate e lasciate marginali all’interno del film, come per esempio l’impegno politico del militante nero Michael X ed il ruolo quasi corale che assume Imogen Poots.
Questo film non è il classico biopic, bensì una narrazione – senza fissi punti vista – sulla vita di Jimi in quegli anni. Nonostante diversi punti deboli il film risulta affascinante e convincente, sicuramente gusterete un lato di Hendrix che in pochi conoscono.

★★★

Share Button
The following two tabs change content below.

Silvia Chierzi

Silvia Chierzi nasce a Belluno nel 1990, ama il cinema e il teatro da sempre, frequenta diversi corsi di teatro e recitazione cinematografica. Ora collabora per il giornale online CineCaverna, per la pagina facebook Daniel Bruhl Supporters ed è membro attivo dei "LiberaMente" una compagnia teatrale amatoriale bellunese. Tra i suoi attori preferiti troviamo: Heath Ledger, Daniel Bruhl, August Diehl, Channing Tatum, Jake Gyllenhaal, Toni Servillo, Claudio Santamaria, Emile Hirsch e Pierfrancesco Favino. Mentre le attrici che predilige sono: Penelope Cruz, Angela Finocchiaro, Isabella Ferrari, Michelle Williams e Eva Green. Tra i suoi registi preferiti troviamo: Bernardo Bertolucci, Alfred Hitchcock, Ti West, Sergio Castellitto, Paolo Sorrentino, Lars Von Trier, Richard Kelly, Eli Roth e Quentin Tarantino.

Be the first to comment

Leave a Reply