Le uscite al cinema della settimana – 15 ottobre

Share Button

Ecco le uscite al cinema della settimana.

Suburra
Nell’antica Roma, la Suburra era il quartiere dove il potere e la criminalità segretamente si incontravano. Dopo oltre duemila anni, quel luogo esiste ancora. Perché oggi, forse più di allora, Roma e’ la città del potere: quello dei grandi palazzi della politica, delle stanze affrescate e cariche di spiritualità del Vaticano e quello, infine, della strada, dove la criminalità continua da sempre a cercare la via più diretta per imporre a tutti la propria legge.
Il film e’ la storia di una grande speculazione edilizia, il Water-front, che trasformerà il litorale romano in una nuova Las Vegas. Per realizzarla servirà l’appoggio di Filippo Malgradi (Pierfrancesco Favino), politico corrotto e invischiato fino al collo con la malavita, di Numero 8 (Alessandro Borghi), capo di una potentissima famiglia che gestisce il territorio e, soprattutto, di Samurai (Claudio Amendola), il più temuto rappresentate della criminalità romana e ultimo componente della Banda della Magliana.
Ma a generare un inarrestabile effetto domino capace di inceppare definitivamente questo meccanismo saranno, in realtà, dei personaggi che vivono ai margini dei giochi di potere come Sebastiano (Elio Germano), un PR viscido e senza scrupoli, Sabrina un’avvenente escort (Giulia Elettra Gorietti), Viola (Greta Scarano) la fidanzata tossicodipendente di Numero 8 e Manfredi (Adamo Dionisi) il capoclan di una pericolosa famiglia di zingari.

Fuck you, prof!
Qualcuno ha deciso di costruire una palestra scolastica proprio nel punto in cui Charlie (Jana Pallaske) aveva nascosto i soldi rubati dell’amico Zeki Müller (Elyas M’Barek), appena uscito dal carcere.
L’ex-galeotto non ha altra scelta se non quella di fingersi un insegnante presso la “Scuola Superiore Goethe”. Di giorno lavora come supplente e di notte scava di nascosto alla ricerca del suo bottino. I suoi drastici e stravaganti metodi per rimettere in riga gli irrequieti studenti della 10B – che alla fine si riveleranno vincenti – si scontrano con quelli docili ed ortodossi della collega Lisi Schnabelstedt (Karoline Herfurth), creando divertenti
siparietti fra i due che finiranno con l’innamorarsi l’uno dell’altro. Ma
quando la brava e timida Lisi scoprirà la verità sul passato di Zeki…

Leone nel basilico
Maria Celeste (Ida di Benedetto), l’antipatica, l’orgogliosa, la severa, sola in una Roma deserta a metà agosto, si ritroverà a salvare la vita di Leone, un bambino di pochi mesi abbandonato tra le sue braccia dalla giovane e stravagante mamma (Catrinel Marlon). Inizia così l’epico e appassionante viaggio dei due protagonisti che si pur così diversi tra di loro sono involontariamente uniti da un destino che li porterà ad affrontare la vita salvando l’un l’altra da un’amara realtà. “Leone nel Basilico” è un film che vede il ritorno dietro la macchina da presa del regista Leone Pompucci che affronta temi come l’amore, la solitudine e l’emarginazione con un occhio a volte ironico e a volte cinico ma sempre e soprattutto ricco di estrema e pura poesia.

Lo stagista inaspettato
Chi ha detto che a 70 anni è troppo tardi per diventare stagisti? Una divertente commedia con l’icona di Hollywood Robert de Niro.
Una società di moda assume uno stagista decisamente fuori dagli schemi: Ben Whittaker (Robert De Niro) un settantenne pensionato che ha scoperto che in fondo la pensione non è come immaginava e decide così di sfruttare la prima occasione utile per rimettersi in pista. Nonostante le diffidenze iniziali, Ben dimostrerà alla fondatrice della compagnia (Anne Hathaway) di essere una valida risorsa per l’azienda e tra i due nascerà un’inaspettata sintonia.

Maze Runner: La fuga
In questo nuovo capitolo dell’epica saga di “Maze Runner”, Thomas (Dylan O’Brien) e i suoi compagni dovranno affrontare la sfida più grande: trovare nuovi indizi sulla misteriosa e potente organizzazione nota come WCKD. Il loro viaggio li porterà nella Zona Bruciata, una landa desolata piena di ostacoli inimmaginabili. Con l’aiuto della resistenza, si troveranno ad affrontare la potentissima WCKD e sveleranno gli sconvolgenti piani che aveva in serbo per loro.

Rosso Mille Miglia
a storia, ambientata alla Mille Miglia del 2014, spazia lungo tutti gli ottantacinque anni della Freccia Rossa, dagli anni ‘Trenta fino ai giorni nostri, intrecciando la vita, i ricordi, i misteri e l’entusiasmo dei protagonisti, accomunati dall’amore per le quattro ruote e divisi da segreti antichi, affascinati dalla presenza e dalla storia di una favolosa OM 665 Superba – la vettura costruita a Brescia che vinse la prima edizione, nel 1927 – che giace da decenni smontata e dimenticata.

Woman in Gold
Maria Altmann, è una donna ebrea fuggita da Vienna poco dopo l’arrivo dei nazisti che saccheggiando la sua abitazione trafugarono un prezioso quadro di Gustav Klimt, la Donna in Oro, in seguito restituito al governo Austriaco. La coraggiosa donna 50 anni dopo decide di sfidare le autorità Austriache con l’aiuto di un giovane avvocato (Ryan Reynolds) per chiedere che le venga restituito ciò che era suo.

The Lobster
The Lobster è una storia d’amore ambientata in un futuro prossimo, dove i Single, secondo quanto stabiliscono le regole della Città, vengono arrestati e trasferiti nell’Hotel, dove sono obbligati a trovarsi un partner entro 45 giorni. Se falliscono vengono trasformati in un animale a loro scelta e liberati nei Boschi.
Un uomo disperato fugge dall’Hotel e va nei Boschi, dove vivono i Solitari; lì s’innamorerà, trasgredendo alle regole.

Share Button
The following two tabs change content below.
Giuseppe T. Chiaramonte

Giuseppe T. Chiaramonte

Nato a Catanzaro nel 1988, vive nella provincia di Milano da sempre. Appassionato di cinema fin da piccolo capisce che vuole farne la sua vita quando vede La compagnia dell'anello. Nonostante l'imprinting col genere blockbuster, che rimane nel cuore, la conoscenza del cinema d'autore arriva qualche anno dopo grazie agli studi e ora tra i suoi registi preferiti si contano nomi come Billy Wilder, Orson Welles, Alfred Hitchcock, Martin Scorsese, David Fincher e Christopher Nolan. Ma siccome nella vita è un montatore video, la vera fonte di ispirazione arriva dalla leggendaria Thelma Shoonmaker, dal maestro Walter Murch e Kirk Baxter.

Be the first to comment

Leave a Reply