I bambini sanno. Ed anche molto bene.

Share Button

Genere: documentario Regia: Walter Veltroni Durata:113 min Anno: 2015

locandinI bambini sanno. Ed anche molto bene. Il nuovo film di Walter Veltroni, dopo il primo lungometraggio del 2014 Quando c’era Berlinguer, incentrato sulla vita del segretario del PCI raccontata attraverso le testimonianze e le voci di persone a lui vicine, assume connotazioni del tutto diverse, diventando uno specchio sulle realtà dei giovanissimi di oggi.

Intervista a tu per tu con bambini e ragazzi di qualsiasi etnia, religione e condizione sociale, il film svela la loro visione del mondo con una sincerità spiazzante, qualità e caratteristica di quella particolare stagione della vita. Si passa da temi più leggeri benchè mai ordinari come l’amore e la famiglia ad altri più compositi e adulti, domande che pochi penserebbero di fare ad un bambino, riguardo Dio, l’omossessualità e la crisi: le risposte sono delle più disparate, le più varie, mai date per gioco, ma ben ragionate seppur nella loro spontaneità. Hanno paura che i genitori si separino o debbano affrontare il problema della disoccupazione, ma al tempo stesso immaginano un paradiso bianco fatto di nuvole con un Dio che ti aiuta a fare i compiti e non manda nessuno in un vero e proprio inferno, anche se chi fa la guerra dovrebbe andarci. C’è anche però chi non crede nè all’inferno nè al paradiso, perchè se esistessero, la scienza lo avrebbe scoperto. Raccontano nei primi piani i momenti che considerano i più felici della loro vita, quando hanno imparato ad andare in bicicletta, il ritorno a casa di una persona lontana, la prima volta su una spiaggia, e quelli invece che li hanno fatti soffrire o vergognare, la morte di un genitore, un brutto scherzo subito a scuola, l’assenza di un amico accanto. E poi sogni, passioni, modelli da seguire, e sorprese inaspettate: chi recita il primo canto dell’Inferno della Divina Commedia a memoria, chi cerca di scoprire nuovi teoremi matematici, chi è riuscito ad arrivare nel paese su una barca al buio e senza cibo.

bimbo

Si chiede infine ai giovani di proiettarsi in avanti ed è qui che il film viene travolto da un’ondata di speranza, tra chi vuole fare la maestra o il musicista, chi pensa che essere grande significa poter baciare la fidanzata sulla bocca e chi sogna di salvare il mondo, il futuro “è una bella parola”. Con un inizio omaggio ai personaggi bambini del cinema e per finale la ripresa dei piccoli protagonisti nelle loro camerette, I bambini sanno prende posto tra quei documentari che emozionano e commuovono lasciandoti però sempre con il sorriso. Tutti dovrebbero vederlo, soprattutto i grandi.

★★★

Share Button

Be the first to comment

Leave a Reply