Vi presento Jake Gyllenhaal

Share Button

Jake Gyllenhaal, all’anagrafe Jacob Benjamin Gyllenhaal nasce a Los Angeles il 19 dicembre 1980, cresce in una famiglia focalizzata sul mondo del cinema, suo padre Stephen è un regista svedese, mentre sua madre Naomi Foner è una sceneggiatrice, anche la sorella maggiore di Jake, Maggie è un’attrice molto conosciuta ed apprezzata.

Cinema
La sua carriera d’attore comincia alla tenera età di cinque anni, quando diventa il protagonista del video Lay It Down del gruppo heavy metal Ratt. Il debutto sullo schermo arriva nel 1991 con il film, Scappo dalla città – La vita, l’amore e le vacche di Ron Underwood. Nel 1993 entra, assieme alla sorella Maggie nel cast di Una donna pericolosa diretto dal padre e basato sulla sceneggiatura scritta dalla madre Naomi. Nel 1998 ottiene un piccolo ruolo in Homegrown – I piantasoldi.
Il vero gran debutto arriva nel 1999 con il film Cielo d’Ottobre di Joe Johnston, nel quale Gyllenhaal interpreta il figlio di due minatori che, affascinato dal lancio delle Sputnik, decide di costruire il proprio razzo e spedirlo sul cosmo.

La notorietà mondiale arriva nel 2001 grazie al visionario Richard Kelly che dirige Gyllenhaal in Donnie Darko, questo film segna una tappa molto importante per la carriera dell’attore che viene accolto positivamente dal pubblico e dalla critica. Il film, presentato in anteprima al Sundance film Festival non ottiene i risultati sperati al botteghino, ma diventa un vero e proprio cult per i ragazzi di tutto il mondo.  Elvis Mitcheel, giornalista del New York Times commenta la performance dicendo: «La performance di Gyllenhaal è particolarmente inquietante: è probabilmente lontano solamente un paio di grandi ruoli dal diventare una star».

Durante i provini per Moulin Rouge! Instaura una forte amicizia con il collega Heath Ledger, dove entrambi saranno scartati ed il ruolo di Christian sarà assegnato ad Ewan McGregor. Nel 2002 recita al fianco di Jared Leto nel film Fuga da Seattle, di James Cox e nello stesso anno recita nella commedia indipendente The Good Girl con Jennifer Aniston.

Dopo il flop di Bubble Boy, si riconferma per la critica nel 2002 con Moonlight Mile – Voglia di ricominciare di Brad Silberling dove Jake recita affianco a due mostri sacri del cinema, Susan Sarandon e Dustin Hoffman. Nel 2004 sbaraglia il botteghino con The day after tomorrow – L’alba del giorno dopo, dell’apocalittico Roland Emmerich.
Nel 2005 diventa protagonista, assieme all’amico Heath Ledger de I segreti di Brokeback Mountain del leone d’oro Ang Lee, che racconta la storia d’amore di due cowboy omosessuali del Wyoming. Il film genera scalpore e successo in tutto il mondo, ottenendo 51 premi e 71 nomination.
Nel 2005 recita nel film drammatico Jarhead, incentrato sulla guerra del Golfo, di Sam Mendes con  Peter Sarsgaard e Jamie Foxx. Nello stesso anno recita assieme a Gwyneth Paltrow e Anthony Hopkins in Proof – La prova di John Madden. Nel 2007 David Fincher vuole Jake come protagonista del suo Zodiac, affiancato da Mark Ruffalo e nello stesso anno, lavora in Rendition – Detenzione illegale di Gavin Hood, accanto a Reese Witherspoon, Meryl Streep e Peter Sarsgaard.

Jake resta legato al cinema indipendente, che non abbandona mai, infatti, partecipa al cortometraggio d’animazione The Man Who Walked between the Towers di Michael Sporn. Nel 2008 prende parte al dramma Brothers al fianco di Natalie Portman e Tobey Maguire. Nel 2010 diventa il protagonista di Prince of Persia: le sabbie del tempo, tratto dall’omonimo videogioco, per questa performance Gyllenhaal si è dovuto allenare duramente per molti mesi per poter raggiungere i canoni richiesti dal regista. Nel 2011 lo vediamo nella pellicola romantica Amore & altri rimedi, assieme ad Anne Hathaway; nello stesso anno recita in Source Code di Duncan Jones.

Nel 2013 recita in due film diretti da Denis Villenueve, ovvero nel thriller drammatico Prisoners e in Enemy, tratto dal romanzo L’uomo duplicato di José Saramago, ancora inedito in Italia. Nel 2014 dimagrisce a dismisura per interpretare un reporter impavido e senza scrupoli per Dan Gilroy in Nightcrawler – Lo sciacallo, dove troviamo Jake anche in veste di produttore.

Teatro e Tv
Nel 2002 debutta al Warrick Theater di Londra con lo spettacolo This Is Our Youth di Kenneth Lonergan assieme ai colleghi Hayden Christensen e Anna Paquin. La performance di Gyllenhaal è entusiasmante tanto che ottiene il premio come miglior attore esordiente per i “London Evening Standard Theatre Award“.
Il 13 gennaio 2007 presenta una puntata del Saturday Night Live, dove si esibisce in un’ironica performance canora con parrucca e abito elegante femminile, parodiando l’attrice Beyoncé in DreamGirls.

Premi
Tra le numerose candidature e i molti premi vinti ne ricordiamo alcuni:
2003 Chlotrudis Awards
Miglior attore per Donnie Darko.
2005 Hollywood Film Festival
Miglior attore dell’anno.
2006 MTV Movie Awards
Miglior bacio per I segreti di Brokeback Mountain; Miglior performance per I segreti di Brokeback Mountain.
2013 Hollywood Film Festival
Miglior attore non protagonista dell’anno per Prisoners.

Prossimamente lo vedremo nel nuovo film di Antoine Fuqua, Southpaw. Qui la news.

Share Button
The following two tabs change content below.

Silvia Chierzi

Silvia Chierzi nasce a Belluno nel 1990, ama il cinema e il teatro da sempre, frequenta diversi corsi di teatro e recitazione cinematografica. Ora collabora per il giornale online CineCaverna, per la pagina facebook Daniel Bruhl Supporters ed è membro attivo dei "LiberaMente" una compagnia teatrale amatoriale bellunese. Tra i suoi attori preferiti troviamo: Heath Ledger, Daniel Bruhl, August Diehl, Channing Tatum, Jake Gyllenhaal, Toni Servillo, Claudio Santamaria, Emile Hirsch e Pierfrancesco Favino. Mentre le attrici che predilige sono: Penelope Cruz, Angela Finocchiaro, Isabella Ferrari, Michelle Williams e Eva Green. Tra i suoi registi preferiti troviamo: Bernardo Bertolucci, Alfred Hitchcock, Ti West, Sergio Castellitto, Paolo Sorrentino, Lars Von Trier, Richard Kelly, Eli Roth e Quentin Tarantino.

Be the first to comment

Leave a Reply