Il Racconto dei Racconti, tra tradizione, fiaba ed eleganza

Share Button
Tale of Tales Genere: Fantastico, Drammatico Regia: Matteo Garrone Cast: Salma Hayek, Vincent Cassel, Toby Jones, Bebe Cave, Christian Lees, Jonah Less, John C. Reilly, Alba Rohrwacher, Massimo Ceccherini Durata: 125 min. Anno: 2015
Poster il racconto dei raccontiC’erano una volta, in un paese lontano lontano, una regina senza figlio, una donna senza giovinezza ed un padre senza prudenza. In una natura incontaminata, in ambienti da sogno, tre storie, tre avventure, si sovrappongono l’una su l’altra tingendo di meraviglia il nuovo, fantasioso film di Matteo Garrone Il racconto dei racconti. Un cast internazionale d’eccezione per una delle più grandi produzioni fantasy italiane arricchisce ed aiuta ad esaltare un film già di per sè ammaliante e fiorente di magia. La determinata regina desiderosa di maternità interpretata dalla messicana Salma Hayek, bellezza austera e avvolta in sontuosi abiti regali, darà la prova che per avere una vita bisogna pagare con la vita stessa. Assai comico e distante dai tipici ruoli che lo vogliono algido ed aggressivo, Vincent Cassel è un re libertino dal sorriso sardonico, ben lontano dal coraggioso eroe romantico de La Bella e la Bestia, che, rimasto incantato da una dolce e soave voce, si ritroverà legato ad una donna che nasconde un improbabile segreto. Toby Jones invece, è un bizzarro sovrano e padre di una giovane fanciulla, ma, troppo attento al benessere del suo particolare animale da compagnia, lascerà la figlia tra le braccia di un alquanto discutibile marito.Film fantasy, ma d’autore, Il racconto dei racconti fa uso della fantasia per guidarci verso un mondo magico e inaspettato, regalando immagini simili ad opere d’arte, tutte fissate con decisione dalla camera da presa in un tempo indefinito, scandito dalla nobiltà dei personaggi e dalla maestosità dei castelli rurali. Tratto da Lo cunto de li cunti di Giambattista Basile, letterato e scrittore italiano operante nell’età barocca, il film immerge lo spettatore nelle novelle a sfondo medievale popolate da principi e giullari di corte, integrate dalla scelta presa già in principio dal loro compositore originario di utilizzare la fiaba come forma di espressione morale. Tale_talesPassaggi e giochi di colori, dal caldo rosso brillante non dissimile a quello dei dipinti di Goya, che risalta su una pelle bianca alabastro sprigionante una giovanile sensualità, al clima freddo dato dal blu delle notti stellate e dall’acqua di un lago che nasconde nelle sue profondità creature straordinarie. Le novelle ricordano Petrarca, Boccaccio: è come assistere alla rappresentazione di alcune storie fantastiche che una vecchia nutrice racconta al suo bambino.

Un coraggio non indifferente quello di Matteo Garrone, per un lavoro del tutto differente rispetto al film che lo ha aperto al panorama cinematografico, Gomorra. Una sfida italiana che si avvale di grandi attori internazionali, anche per piccoli parti come il re marito della Hayek interpretato da John C. Reilly, oltre ai camei dei nostrani Alba Rohrwacher e, a suo agio nella parte del giullare, Massimo Ceccherini. Con una scenografia curata nei minimi dettagli e lo splendore di antichi costumi, Il racconto dei racconti conduce Garrone a Cannes, portando sulla Croisette un pizzico di magia.

★★★★

Share Button

Be the first to comment

Leave a Reply