Cannes 2015, ecco il programma della Quinzaine des Réalisateurs e della Semaine de la Critique

Share Button

quinzaine_2015_poster_314x229_presse.inddL’Ombre des femmes di Philippe Garrel aprirà la Quinzaine des Réalisateurs, la sezione parallela del Festival di Cannes. Il film sarà preceduto da un corto inedito dello stesso Garrel, Actua 1, datato 1968. Alla Quinzaine sarà presente anche il nuovo film di Takashi Miike, Yakuza Apocalypse : The Great War of the Underworld, mentre non è stato selezionato alcun film italiano.

Parla italiano invece la Semaine de la Critique, dove anche quest’anno ci sarà un film italiano (dopo Salvo nel 2013 e Più buio di mezzanotte lo scorso anno). Si tratta di Mediterranea, opera prima di Jonas Carpignano, pellicola che narra le vicende di due ragazzi africani del Burkina Faso che entrano illegalmente in Italia. Il film d’apertura sarà Les Anarchistes di Elie Wajeman con il ritorno a Cannes della bella Adèle Exarchopoulos a due anni dallo splendido La vita di Adele. Verrà anche presentato Les Deux Amis, primo lungometraggio dell’attore Louis Garrel. Festival intenso per la famiglia Garrel, con padre e figlio entrambi a Cannes con i loro film, perché, il padre, Philippe Garrel, come detto, aprirà invece la Quinzaine des Réalisateurs.

Ecco il programma della Quinzaine des Réalisateurs:

 FILM D’APERTURA

In the Shadow of Women, Philippe Garrel (Francia)

SELEZIONE

Allende mi abuelo Allende, di Marcia Tambutti (Cile-Messico)

A Perfect Day, di Fernando León de Aranoa (Spagna)

Arabian Nights, di Miguel Gomes (Portogallo)

The Brand New Testament, di Jaco Van Dormael (Lussenburgo-Francia-Belgio)

The Cowboys, di Thomas Bidegain (Francia)

Embrace of the Serpent, di Ciro Guerra (Col-Ven-Arg)

Fatima, di Philippe Faucon (Francia)

Green Room, di Jeremy Saulnier (USA)

The Here After (Efterskalv), Magnus von Horn (Francia-Polonia-Svezia)

Much Loved, di Nabil Ayouch (Marocco-Francia)

Mustang, di Deniz Gamze Ergüven (Francia)

My Golden Days (Trois souvenirs de ma jeunesse), di Arnaud Desplechin (Francia)

Peace to Us in Our Dreams, di Sharunas Bartas (Lituania-Francia)

Songs My Brothers Taught Me, di Chloé Zhao (US)

PROIEZIONE SPECIALE

Yakuza Apocalypse : The Great War of the Underworld (Gokudo daisenso), di Takashi Miike (Giappone)

FILM DI CHIUSURA

Dope, di Rick Famuyiwa (USA)

Ecco il programma della Semaine de la Critique:

FILM D’APERTURA

The Anarchists (Les Anarchistes), di Elie Wajeman (Francia)

SELEZIONE

Dégradé, di Tarzan and Arab Nasser (Palestina-Francia-Qatar)

Krisha, di Trey Edward Shults (USA)

Mediterranea, di Jonas Carpignano (Italia-Francia-USA-Germania)

The Wakhan Front (Ni le ciel ni la terre), di Clément Cogitore (Francia-Belgio)

Paulina (La patota), di Santiago Mitre (Argentina-Brasile-Francia)

Sleeping Giant, di Andrew Cividino (Canada)

La tierra y la sombra (Land and Shade), di César Augusto Acevedo (Colombia-Francia-Olanda-Cile-Brasile)

PROIEZIONI SPECIALI

Coin Locker Girl, di HAN Jun-hee (Corea del Sud)

Les Deux Amis, di Louis Garrel (Francia)

Share Button
The following two tabs change content below.
Nicolò Barison

Nicolò Barison

Nicolò Barison nasce a Fossano (CN), classe 1985. Grande appassionato di cinema, è redattore del sito di informazione cinematografica CineCaverna e collabora con la rivista di poesia, arte e letteratura on-line Poetarum Silva (www.poetarumsilva.com).

Be the first to comment

Leave a Reply