Le uscite al cinema della settimana – 22 e 23 aprile

Share Button

Ecco le uscite al cinema della settimana

Avengers: Age of Ultron
Quando Tony Stark riprende un programma di mantenimento della pace in disuso, i più grandi eroi della Terra, fra cui Iron Man, Captain America, Thor, l’Incredibile Hulk, Vedova Nera e Occhio di Falco, saranno messi a dura prova per impedire la distruzione del pianeta a opera del malvagio Ultron.

DA DOMANI

Adaline – L’eterna giovinezza
Adaline (Blake Lively) nasce nel 1908 e smette di invecchiare all’età di 29 anni, dopo un misterioso incidente d’auto. L’eterna giovane donna attraversa il secolo e riscopre l’amore dopo molti anni grazie a un uomo con cui tornerà a vivere pienamente la propria vita.
Presente metropolitano e affascinante passato attraverso i decenni del ventesimo secolo in questa affascinante storia romantica che vede protagonista la seducente Blake Lively, star di Hollywood e icona della moda mondiale.

I bambini sanno
Questo film racconta come trentanove bambini , tra gli otto e i tredici anni, osservano e giudicano l’Italia, la loro vita, i grandi, il futuro. Un paese in cui spariscono i bambini è un paese senza fiducia, senza voglia di futuro, più conservatore. È anche un paese con meno fantasia. E con meno poesia. Con meno gioco. Con meno ottimismo. Il regista ha cercato di raccontare, attraverso le voci dei bambini, il nostro tempo. Li ha interrogati sulla vita, l’amore, le loro passioni, il rapporto con Dio, sulla crisi, la famiglia e sull’omosessualità.

Il figlio di Hamas – The Green Prince
Cresciuto in Palestina e dopo essere stato catturato per aver maturato un’avversione nei confronti di Israele, il giovane Mosab Hassan Yousef matura una forte conversione che gli fa vedere Hamas come un problema. Si arruola quindi nello Shin Bet, i servizi di sicurezza interna di Israele, e per oltre un decennio spia dal’interno l’elite di Hamas, rischiando la vita e pensando di stare tradendo le sue origini e la sua famiglia. Nel tempo però, il rapporto tra Youssef e il suo referente allo Shin Bet si fa sempre più leale.

In the Box
Una giovane donna si risveglia dentro le quattro mura di un garage all’apparenza inoffensive, come la maggior parte dei luoghi di una grande metropoli, ma che ora la separano da tutto e da tutti. All’interno del piccolo spazio, un’automobile esala anidride carbonica; un gas che ogni giorno senza saperlo respira quando esce per strada. Un gas che sembra così innocuo, ma che lì dentro diventerà micidiale. Ad averla chiusa nel garage è uno sconosciuto che sa ogni cosa di lei e del suo passato. E soprattutto di ciò che ha di più importante al mondo: la figlia piccola che l’aspetta a casa. Non le rivela il motivo per cui l’ha imprigionata. Solo il tempo a disposizione per salvarsi.

Le Frise Ignoranti
Luca è pugliese, ha trent’anni e un lavoro che non lo appassiona e vive in un eterno limbo fatto di tante rinunce e poca vivacità. Per fortuna può contare sui suoi amici, con cui suona nello sgangherato gruppo de Le Frise Ignoranti: Franchino, Nicola e Willy. Grazie alla loro compagnia, Luca riesce a superare i continui momenti di crisi coniugale. Ma durante la loro tournee, Luca è raggiunto dalla terribile notizia che suo padre Mimmo ha un tumore all’ultimo stadio ed è sparito nel nulla. Luca, Franchino, Nicola e Willy decidono così di partire alla ricerca di Mimmo, percorrendo in lungo e in largo la Puglia e la Basilicata per avere indizi dalle persone che ultimamente lui frequentava.

Road 47
1945. Quando il Brasile liberò l’Italia. Durante la Seconda Guerra Mondiale, sull’Appennino Tosco-Emiliano, un gruppo di genieri della Forza di Spedizione Brasiliana (FEB), inesperti e a disagio nel terribile gelo europeo, tenta nottetempo di neutralizzare uno dei numerosi campi minati tedeschi lungo la Linea Gotica: ma una mina esplode, uccidendo due dei loro, e il reparto, preso dal panico, si disperde nella terra di nessuno.

Samba
Un incontro fra due mondi, quello di Samba (Omar Sy), senegalese clandestino che vive in Francia da 10 anni e colleziona lavoretti per sopravvivere, e quello di Alice (Charlotte Gainsbourg), una dirigente d’azienda che dopo un crollo psico-fisico da stress decide di cambiare vita. Lui tenta tutte le strade per la regolarizzazione, mentre lei cerca di ricostruire se stessa attraverso il volontariato in un’associazione. Entrambi stanno provando ad uscire dal loro inferno personale fino a quando, un giorno, i loro destini si incrociano… in una storia che, fra umorismo ed emozione, potrebbe aprire un varco verso la felicità.
E se la vita avesse più fantasia di loro?

Sarà il mio tipo?
una raffinata storia d’amore tra un filosofo e una parrucchiera,
Clement, autore del libro “Dell’amore e del caso”, vorrebbe essere definito ‘filosofo dell’eros’. Lui non crede alla coppia “perché l’amore non deve diventare una prigione”. Tutto viene messo in discussione quando incontra la vitale Jennifer – romanzi rosa e karaoke – convinta che un taglio di capelli possa cambiarti la vita. Lei prova a leggere Kant, lui a ballare. Ma il loro sentimento è destinato a combattere con due diverse visioni della vita…Chi ha ragione e chi ha torto? La filosofia dell’amore resta un mistero anche quando la passione diventa certezza…

Short Skin
Fin da quando è piccolo Edoardo soffre in una malformazione al prepuzio che lo rende insicuro ed impacciato con le ragazze. Ora diciassettenne, Edoardo reagisce infastidito alle pressioni del mondo circostante che non fanno che peggiorare le sue insicurezze.

La sQuola di Babele
Dopo il giro del mondo arriva anche in Italia, l’ultimo film di  Julie Bertuccelli, uno sguardo delicato e poetico oltre i pregiudizi.
Un tributo all’innocenza e alla forza di cambiare: SQuola di Babele…ma come l’avete scritto?

Potete vedere le locandine dei film cliccando sulle rispettive miniature.

Share Button
The following two tabs change content below.
Giuseppe T. Chiaramonte

Giuseppe T. Chiaramonte

Nato a Catanzaro nel 1988, vive nella provincia di Milano da sempre. Appassionato di cinema fin da piccolo capisce che vuole farne la sua vita quando vede La compagnia dell'anello. Nonostante l'imprinting col genere blockbuster, che rimane nel cuore, la conoscenza del cinema d'autore arriva qualche anno dopo grazie agli studi e ora tra i suoi registi preferiti si contano nomi come Billy Wilder, Orson Welles, Alfred Hitchcock, Martin Scorsese, David Fincher e Christopher Nolan. Ma siccome nella vita è un montatore video, la vera fonte di ispirazione arriva dalla leggendaria Thelma Shoonmaker, dal maestro Walter Murch e Kirk Baxter.

Be the first to comment

Leave a Reply