Wild, percorso di redenzione

Share Button

(id.) Genere: Drammatico Regia: Jean-Marc Vallée Cast: Reese Witherspoon, Laura Dern, Thomas Sadoski, Gaby Hoffmann, Keene McRae, Michiel Huisman, W. Earl Brown, Kevin Rankin, Mo McRae Durata: 120 min. Anno: 2014

wildCheryl Strayed (Reese Witherspoon) è una giovane donna dal passato burrascoso: un matrimonio finito male con Paul (che non aveva mancato di tradire perché amava fare sesso occasionale e senza impegno con altri uomini), abuso di eroina, la morte della madre e un’infanzia difficile fatta di traumi non superati (il padre alcolizzato menava la moglie). Ad un certo punto della sua vita, Cheryl si ritrova senza speranza, distrutta. Alla ricerca di sé stessa e intenzionata a dare un senso alla propria esistenza, decide di intraprendere un lungo e solitario viaggio attraverso il Pacific Crest Trail, insidioso percorso composto da oltre mille miglia di montagne. Senza alcuna esperienza alle spalle, ma determinatissima, Cheryl si ritroverà ad affrontare le bellezze e i pericoli della natura selvaggia, nonché i suoi demoni e le sue paure.

Tratto dell’omonimo romanzo autobiografico di Cheryl Strayed, sceneggiato dallo scrittore Nick Hornby e diretto dal canadese Jean-Marc Vallée (C.R.A.Z.Y., Dallas Buyers Club), Wild è la storia di un’impresa titanica, ma soprattutto un percorso di redenzione che permetterà alla giovane Cheryl, dopo aver perso la bussola, di ripartire con una nuova vita. Il Pacific Crest Trail è uno dei percorsi montani più ardui negli Stati Uniti e giungere alla meta non è per nulla semplice, tanto più se non si possiede alcuna esperienza a riguardo. Ma in Wild quello che conta per Cheryl sono le forze mentali, più che fisiche. Proprio queste la aiuteranno a completare il lungo tragitto e a lasciarsi alle spalle un passato fatto di oscurità e sofferenza.

Wild è il film di Reese Witherspoon, corpo indifeso e gracile che sostiene uno zaino più grosso di lei, stupenda e bravissima nel ruolo di Cheryl. Senza dimenticare Laura Dern (che dai tempi di Velluto Blu non sembra sentire il peso degli anni) nei panni dell’amata madre scomparsa troppo presto. La pellicola non a caso ha ricevuto due nomination alla scorsa edizione degli Oscar, proprio per l’interpretazione di Reese Witherspoon come miglior attrice protagonista e per quella di Laura Dern come migliore attrice non protagonista.

Quello che convince nel film di Vallée è la nobile motivazione di fondo che spinge la protagonista ad affrontare una vera e propria via crucis, la ferma volontà di voler ricominciare da zero la propria vita, superando traumi del passato che sembravano insuperabili. Proprio in questo Wild si differenzia nettamente da un film simile ma, per certi versi, completamente diverso come Into The Wild di Sean Penn, perché in Wild non si parte all’avventura con zaino e borraccia per semplice e vago spirito di ribellione, ma lo si fa con l’intenzione di sconfiggere i propri demoni interiori.

★★★★

wild 2

 

Share Button
The following two tabs change content below.
Nicolò Barison

Nicolò Barison

Nicolò Barison nasce a Fossano (CN), classe 1985. Grande appassionato di cinema, è redattore del sito di informazione cinematografica CineCaverna e collabora con la rivista di poesia, arte e letteratura on-line Poetarum Silva (www.poetarumsilva.com).

Be the first to comment

Leave a Reply