Addio Signor Spock

Share Button

Leonard Nimoy
Si è spento oggi all’età di 83 anni nella sua casa di Bel Air Leonard Nimoy (Boston, 26 marzo 1931 – Los Angeles, 27 febbraio 2015), il celeberrimo Spock di Star Trek, uno dei franchise di fantascienza più redditizio e amato dal pubblico di tutti i tempi. Nimoy ha interpretato l’ibrido umano-vulcaniano nei 79 episodi della serie televisiva, andata in onda dal 1966 al 1969, e nei 6 film, oltre ad apparire in un cameo nei nuovi film diretti da J. J. Abrams, nei quali era Zachary Quinto a vestire i panni di Spock.

L’attore, che soffriva di broncopneumopatia cronica ostruttiva, era stato ricoverato pochi giorni fa in ospedale dopo che aveva telefonato al 911 lamentando forti dolori al petto. La moglie Susan Bay Nimoy ha confermato il decesso, specificando che la morte è da imputare proprio alle fasi terminali della patologia da cui era affetto.

Oltre che alla recitazione, Nimoy si era dedicato anche alla scrittura, di due autobiografie intitolate Io non sono Spock (1977) e Io sono Spock (1995), alla musica e nel 2008 aveva inaugurato una proprio mostra fotografica. Negli ultimi anni aveva partecipato alla serie televisiva Fringe e, come doppiatore, ad un episodio di Big Bang Theory. Proprio lui aveva avuto l’idea di creare il famosissimo saluto vulcaniano, ispirandosi ad una benedizione ebraica, poiché era figlio d’immigrati ebreo-ortodossi originari dell’Ucraina.

Share Button
The following two tabs change content below.
Virgilia Bertolotto

Virgilia Bertolotto

Nasce a Torino nel 1987. Appassionata da sempre di cinema e, in particolare, di cinema d’animazione, nel 2011 consegue la laurea magistrale in Discipline cinematografiche - Storia, teoria e patrimonio. Nel luglio 2014 Vincenzo Grasso Editore pubblica il suo saggio "Dal pixel alla Pixar". Nel tempo libero gestisce tre fanpage su Facebook (Mads Mikkelsen Italia, William Holden Tribute e Jack Huston Italia) e si diletta nel montaggio di filmati. Gli altri suoi interessi sono la lettura, la fotografia e l’arte.

Be the first to comment

Leave a Reply