Cowboy Bebop – Il film torna al cinema

Share Button

Cowboy-Bebop-FilmSpike Spiegel e gli altri cacciatori di taglie tornano al cinema: QMI (la prima società italiana di Entertainment Marketing and Communication) riporta sul grande schermo Cowboy Bebop – Il film, a distanza di oltre dieci anni dalla prima uscita nelle sale italiane. Come è noto, il lungometraggio è uno spin-off dell’omonima serie anime di fantascienza andata in onda su MTV tra il 1999 e il 2000.
Cowboy Bebop – Il film, collocato temporalmente tra gli episodi 22 e 23 della serie animata, vede i protagonisti alle prese con un terrorista che minaccia il pianeta Marte con un’arma biochimica. La taglia sulla testa del terrorista è molto alta, e i cowboy sono pronti a tornare in azione.

Proiettato al Lucca Comics & Games lo scorso 31 ottobre, il film d’animazione diretto da Shinichiro Watanabe sarà distribuito in 70 sale italiane dal 2 al 4 marzo 2015. Di seguito, la trama ufficiale:

Marte, anno 2071: sull’autostrada del cratere di Alba City un’autocisterna si ribalta e perde una misteriosa sostanza che in poco tempo uccide più di 500 persone. Quando la polizia stabilisce che, con tutta probabilità, si tratta di un attacco chimico, il governo marziano mette sul capo dei responsabili una grossa taglia. Perennemente alle prese con problemi di denaro, l’equipaggio del ‘Bebop’ vede nella taglia un modo per risollevarsi definitivamente. Faye, inoltre, ha girato casualmente delle immagini di un possibile sospetto. Poco convinti di questa traccia, gli altri tre componenti l’equipaggio – Spike, Jet ed Ed – prendono ad indagare ognuno per conto proprio. Mentre, poco alla volta, il quartetto mette insieme varie informazioni, il mistero prende sempre di più corpo.

Share Button
The following two tabs change content below.
Valentino Zona

Valentino Zona

Nato a Napoli nel 1990, Valentino Zona è un appassionato di cinema, letteratura e fumetti. Ama il patrimonio culturale partenopeo, di cui auspica la corretta valorizzazione. Studia Giurisprudenza alla Federico II di Napoli.

Be the first to comment

Leave a Reply