Dakota Fanning sarà Susannah Cahalan

Share Button

dakota fanning

Dakota Fanning sarà la giornalista Susannah Cahalan in Brain on Fire, il film che porterà sul grande schermo la storia di questa donna alla quale, a soli ventiquattro anni e nel giro di un mese, venne diagnosticato di essere psicotica, depressa bipolare, epilettica e schizofrenica.
I medici non avevano idea di quale fosse la sua patologia, che vedeva tra i sintomi perdita di memoria, febbre, emicranie lancinanti, crisi di pianto, fotofobia, attacchi epilettici, paranoia, allucinazioni, aggressività, esperienze extracorporee, perdita della parola e catatonia.
A salvarla arriverà Souhel Najjar, neurologo di origini siriane: egli intuì come Susannah fosse affetta da una rara malattia neurologica, l’encefalite autoimmune anti-Nmda, dalla quale è stata, fortunatamente, curata.

A dirigere la trasposizione cinematografica delle memorie divenute best seller della giornlista quasi trentenne del New York Times, sarà Gerard Barrett, promettente regista di Pilgrim Hill e Glassland. A produrre la pellicola sarà, invece, Charlize Theron accanto ai partner della sua Denver & Delilah, Beth Kono e AJ Dix.

Le riprese inizieranno a maggio, in modo da puntare ad un’uscita entro la fine dell’anno, in proiezione degli Oscar 2016.

Riuscirà a raggiungere l’obiettivo?

Share Button
The following two tabs change content below.

Be the first to comment

Leave a Reply