Come ammazzare il capo 2 – Un sequel che non morde

Share Button

Horrible Bosses 2 Genere: Commedia– Regia: Sean Anders– Cast: Jason Bateman, Charlie Day, Jason Sudeikis, Jennifer Aniston, Jamie Foxx, Kevin Spacey, Chris Pine, Christoph Waltz – Durata: 108 minuti – Anno: 2014

Come-ammazzare-il-capo-2A distanza di qualche anno (il primo film “Come ammazzare il capo… e vivere felici” è datato 2011), tornano Nick, Dale e Kurt che, stufi di dover prendere ordini dalle alte sfere, decidono di fare il grande passo e diventare capi di sé stessi, lanciando un improbabile prodotto dalla dubbia utilità, “il Doccia-Amico”. Un imprenditore subdolo e senza scrupoli sembra interessato ad acquistare l’articolo, ma in realtà vuole solo truffarli. Disperati, senza prospettive e sul lastrico, i tre pensano bene che l’unica soluzione possibile sia quella di rapire il figlio dell’investitore. Ma le cose non andranno come sperato e la faccenda si complicherà parecchio.

Formula che vince non si cambia, per cui il regista Sean Anders (subentrato a Seth Gordon) recluta l’intera banda del primo film, fatta eccezione ovviamente per Colin Farrel, a cui si aggiungono le new entry Christoph Waltz e Chris Pine, ma questa volta le cose non funzionano come dovrebbero. Perché spiace ammetterlo, ma Horrible Bosses 2 non fa quasi mai ridere, e si fa portatore di un’ironia molto più stupida e volgare rispetto al precedente. Muta la tematica e muta anche lo spirito, verrebbe da dire. Ciò che aveva funzionato bene nel primo, ovvero l’idea di voler ammazzare i propri datori di lavoro, viene sostituita da un goffo rapimento abbastanza idiota che sa di già visto e rivisto. Jennifer Aniston, visibilmente invecchiata, è più irritante che divertente nel fare la sexy dentista ninfomane che tenta di violentare sessualmente il povero Charlie Day, mentre Kevin Spacey è almeno abbastanza autoironico nella parte del capo finito in galera e pronto a gettare fango sui tre protagonisti, “sulla loro prole e sulla loro intera generazione di idioti imbecilli”. Meno convinto e spaesato è invece l’horrible boss Christoph Waltz, la cui recitazione in questo film sa tanto di marchetta, che mette in scena due o tre faccine da bastardo, in onore dei film fatti con Tarantino, ma nulla più. Chi si salva è senza dubbio il mitico personaggio di “FottiMadre Jones”, interpretato da Jamie Foxx, l’unico in grado di strappare un vero sorriso durante i 108 minuti di durata della pellicola.

Come-ammazzare-il-capo_2
Nonostante le battute parecchio scurrili, alcune situazioni imbarazzanti degne dei cinepanettoni di Neri Parenti, il film comunque si lascia guardare in maniera spensierata e qualunque eventuale crociata contro Horrible Bosses 2 pare eccessiva, data la media delle commedie americane che si riciclano sempre di anno in anno e che sanno di stantio. Almeno qui c’è “FottiMadre Jones”, ed è già qualcosa.

★★½

Horrible_Bosses_2

Share Button
The following two tabs change content below.
Nicolò Barison

Nicolò Barison

Nicolò Barison nasce a Fossano (CN), classe 1985. Grande appassionato di cinema, è redattore del sito di informazione cinematografica CineCaverna e collabora con la rivista di poesia, arte e letteratura on-line Poetarum Silva (www.poetarumsilva.com).

Be the first to comment

Leave a Reply