Addio ad Anita Ekberg, la musa svedese di Federico Fellini

Share Button

anita-ekberg-001Si è spenta all’età di 83 anni Anita Ekberg, nella clinica San Raffaele di Rocca di Papa, vicino Roma, l’attrice svedese musa del maestro Federico Fellini, che l’ha immortalata nella scena cult della Fontana di Trevi ne La Dolce Vita, al fianco dell’immenso Marcello Mastroianni.

Ekberg e Marcello Mastroianni nella famosa scena della Fontana di Trevi ne ”La dolce vita” di Federico Fellini.

Anita, nata a Malmö nel 1931, risiedeva in Italia da anni ed è proprio nel nostro Paese che ha trovato il successo.
Nel ’59 infatti, arriva il suo primo ruolo in una pellicola italiana; dopo aver vinto Miss Svezia nel 1950 e esser sbarcata ad Hollywood, dove appare per la prima volta sul grande schermo nel film del 1953 Abbott e Costello Go to Mars di Charles Lamont, ricevendo non pochi consensi, recita nel film di Guido Brignone ‘Nel segno di Roma’.
Inizia così la sua relazione col cinema italiano, diventando la musa di Federico Fellini.
La dolce vita dà inizio ad una serie di collaborazioni col cineasta emiliano: Boccaccio 70 nel 1962 e negli anni settanta e Ottanta, I clown (1970) e L’intervista (1987). Negli anni sessanta torna negli Stati Uniti, dove partecipa a pellicole di spessore, come ‘I 4 del Texas’ al fianco di Ursula Andress, Frank Sinatra e Dean Martin.
Successivamente si stabilisce definitamente in Italia, continuando a recitare in produzioni europee minori.
Il cinema italiano perde un’altra attrice simbolo, una femme fatale che ha preso parte agli anni migliori della produzione cinematografica italiana.

L’attrice si ricovera nella clinica San Raffaele di Rocca di Papa, in provincia di Roma, in seguito ad una frattura al femore che la rende non più autosufficiente.
Le sue condizioni economiche però, la costringono a chiedere aiuto e lo fa nel 2011, quando fa richiesta per sostegno alla Fondazione Fellini di Rimini.

Share Button
The following two tabs change content below.

Be the first to comment

Leave a Reply