La Top Ten del 2014 di Silvia Chierzi

Share Button

Si avvicina la fine dell’anno ed è tempo di classifiche. Ecco la Top 10 della nostra Silvia Chierzi. I film sono stati selezionati tra quelli usciti nel nostro paese da gennaio a dicembre.

10. Torneranno i prati (id.) di Ermanno Olmi
I fatti narrati in questo film sono presenti in tutti i libri di scuola, in molti racconti, documentari, ma c’è qualcosa di diverso in questo film. Olmi mette a paragone la montagna, luogo di pace e serenità che diventa la tomba dei soldati che combattono lì ogni giorno. Un gioiellino tutto italiano.Copertina

9. La spia – A most wanted man (A most wanted man) di Anton Corbijn
Tra gli ultimi film del compianto Philip Seymour Hoffman c’è il lungometraggio di Anton Corbijn, La Spia. Film che non entusiasma il pubblico, ma acquista valore grazie alla straordinaria performance di Hoffman. Un thriller dove sono presenti suspance, colpi scena – non molto eclatanti – e un cast stellare.still-of-philip-seymour-hoffman-in-a-most-wanted-man-2014-large-picture

8. 300 – L’alba di un impero (300: Rise of an Empire) di Noam Murro
Ispirato al romanzo grafico di Frank Miller, 300 – L’alba di un impero è uno dei più bei film del genere prodotto nel 2014. Scene di battaglia epiche ed emozionati, una delizia per gli occhi. Ultima, ma non meno importante, da ricordare una bellissima Eva Green, nel ruolo di Artemisia.300: BATTLE OF ARTEMESIUM

7. Dallas buyers club (id.) di Jean-Marc Vallée
La bellezza di questo film sicuramente va calibrata sulle performance, senza sbavature, dei due protagonisti che alzano il livello totale del film. Dallas Buyers Club porta sullo schermo la storia vera della lotta contro L’AIDS negli anni ’80. A capo di questa lotta contro il tempo e la morte troviamo Ron Woodroof, interpretato dallo straordinario Matthew McConaughey, un rude texano che vive ogni giorno al massimo.AMF_7277 (341 of 376).NEF

6. Alabama Monroe – Una storia d’amore (The Broken Circle Breakdown) di Felix Van Groeningen
Van Groeningen porta sullo schermo la storia d’amore di Elise e Didier, accomunati dalla sfrenata passione per la musica. Un film che racconta il sentimento umano, le sue follie, narrate con grande entusiasmo e originalità. Veerle Baetens è una bella rivelazione.Film 02

5. Boyhood (id.) di Richard Linklater
Un film lungo dodici anni, un film che racconta una vita, un film senza precedenti. Questo è il nuovo capolavoro di Linklater, un esperimento cinematografico ben riuscito che ha portato sul grande schermo una storia genuina e commovente. Imperdibile.Boyhood

4. Solo gli amanti sopravvivono (Only lovers left alive) di Jim Jarmusch
La raffinatezza di Jarmusch è unica e inimitabile, con questa pellicola è riuscito a rendere preziosi gli attimi immortali di due vampiri catapultati nella nostra era. La colonna sonora è sublime e delicata e la straordinaria performance di Tom Hiddleston regala al film una voce sensuale ed eterna. Da vedere almeno una volta in lingua originale, per non perdere le sfumature che regala la voce intensa di Hiddleston.only-lovers-left-alive-

3. Lo sciacallo – Nightcrawler (Nightcrawler) di Dan Gilroy
Jake Gyllenhaal è straordinario, da Oscar. Gilroy porta sul grande schermo una storia che tutti conosciamo e che – forse – evitiamo, toccando temi scottanti senza peli sulla lingua. Lo sciacallo, grazie ad una regia ottima e alla straordinaria interpretazione di Gyllenhaal è sicuramente un dei film più belli di questo 2014 altalenante.Nightcrawler-2

2. Nymphomaniac Vol I & Vol II Director’s Cut (id.) di Lars Von Trier
Lars Von Trier torna sul grande schermo con un film lungo e controverso che per molti è già diventato un cult. Nymphomaniac racconta la vita di una ninfomane – interpretata dalla magnifica Charlotte Gainsbourg – alternando momenti di puro erotismo a momenti tragici e profondi.nymphomaniac

1. Mommy (id.) di Xavier Dolan
Il film più emozionante e umano del 2014. Dolan porta sullo schermo la vita “ristretta” del giovane Steve. Il formato scelto per questa pellicola è il 4:3 con qualche spiraglio di libertà in 16:9. Un film che tocca la perfezione, grazie al grande talento del giovane Xavier.Mommy

Menzioni Speciali: Lei (Her) di Spike Jonze, Jimmy’s Hall – Una storia d’amore e di libertà di Ken Loach e Pride di Matthew Warchus.
Peggiori film visti: Monuments Men di George Clooney, La gente che sta bene di Francesco Patierno, e Into the storm di Steven Quale.
I più attesi tra i già visti ma non ancora usciti in Italia: The sacrament di Ti West, Frau Ella di Markus Goller e Foxcatcher di Bennett Miller.

Share Button
The following two tabs change content below.

Silvia Chierzi

Silvia Chierzi nasce a Belluno nel 1990, ama il cinema e il teatro da sempre, frequenta diversi corsi di teatro e recitazione cinematografica. Ora collabora per il giornale online CineCaverna, per la pagina facebook Daniel Bruhl Supporters ed è membro attivo dei "LiberaMente" una compagnia teatrale amatoriale bellunese. Tra i suoi attori preferiti troviamo: Heath Ledger, Daniel Bruhl, August Diehl, Channing Tatum, Jake Gyllenhaal, Toni Servillo, Claudio Santamaria, Emile Hirsch e Pierfrancesco Favino. Mentre le attrici che predilige sono: Penelope Cruz, Angela Finocchiaro, Isabella Ferrari, Michelle Williams e Eva Green. Tra i suoi registi preferiti troviamo: Bernardo Bertolucci, Alfred Hitchcock, Ti West, Sergio Castellitto, Paolo Sorrentino, Lars Von Trier, Richard Kelly, Eli Roth e Quentin Tarantino.

Be the first to comment

Leave a Reply