Il primo teaser trailer de La Bella e la Bestia

Share Button

La Disney ha finalmente rilasciato il primo teaser trailer de La Bella e la Bestia (Beauty and the Beast) di Bill Condon, live action ispirato all’omonimo cartoon del 1991, il primo film d’animazione a ricevere la nomination come Miglior film agli Academy Awards.

La Bella e la Bestia rimane ancora parecchio avvolto nel mistero, poiché le prime immagini mostrano più che altro l’ambientazione principale della storia, il bellissimo castello del principe toccato dalla maledizione. L’unica che s’intravede è Belle, interpretata da Emma Watson, ma si possono ascoltare anche le voci di altri due personaggi, Lumière e Tockins, doppiati rispettivamente da Ewan McGregor e Ian McKellen.

Quello che più emoziona di questo primo video è soprattutto il motivo musicale di Alan Menken, vincitore del premio Oscar come Miglior colonna sonora: ne La Bella e la Bestia saranno presenti nuove canzoni da lui composte insieme a Tim Rice, oltre a quelle del 1991 scritte da Menken insieme al compianto Howard Ashman (1950 – 1991).

Nel cast troviamo anche Dan Stevens (Bestia), Luke Evans (Gaston), Josh Gad (Le Tont), Emma Thompson (Mrs. Bric), Kevin Kline (Maurice), Gugu Mbatha-Raw (Spolverina), Stanley Tucci (Cadenza). La sceneggiatura, basata su quella originale di Linda Woolverton, è stata scritta da Evan Spiliotopoulo e Stephen Chbosky.

L’uscita nelle sale de La Bella e la Bestia è prevista il 17 marzo 2017.

Share Button
The following two tabs change content below.
Virgilia Bertolotto

Virgilia Bertolotto

Nasce a Torino nel 1987. Appassionata da sempre di cinema e, in particolare, di cinema d’animazione, nel 2011 consegue la laurea magistrale in Discipline cinematografiche - Storia, teoria e patrimonio. Nel luglio 2014 Vincenzo Grasso Editore pubblica il suo saggio "Dal pixel alla Pixar". Nel tempo libero gestisce tre fanpage su Facebook (Mads Mikkelsen Italia, William Holden Tribute e Jack Huston Italia) e si diletta nel montaggio di filmati. Gli altri suoi interessi sono la lettura, la fotografia e l’arte.

Be the first to comment

Leave a Reply