L’abbiamo fatta grossa, Verdone e Albanese colano a picco

Share Button

Genere: Commedia Regia: Carlo Verdone Cast: Carlo Verdone, Antonio Albanese, Clotilde Sabatino, Francesca Fiume, Anna Kasyan, Virginia Da Brescia, Federigo Ceci, Alexander Stuart Durata: 112 min. Anno: 2016

abbiamo-locandinaArturo Merlino (Carlo Verdone) è un maldestro investigatore ex carabiniere che non se la passa molto bene: è andato a vivere a casa della vecchia zia vedova che crede che il marito sia ancora vivo ed è senza un soldo. Yuri Pelagatti (Antonio Albanese) è un attorucolo di teatro che non riesce a superare il trauma della separazione da sua moglie. Yuri vuole le prove dell’infedeltà della ex moglie ed assume Arturo per indagare a riguardo. Per errore i due entrano in possesso di una valigetta contenente nientepopodimeno che un milione di euro che procurerà loro una serie infinita di guai.

Non siamo davanti a un noir che tenta di scimmiottare Melville, non preoccupatevi. È solamente il nuovo film di Carlo Verdone, sgangherata commedia dalle tinte gialle, in cui la strana coppia Verdone/Albanese rimane invischiata in una serie (improbabile) di disavventure che hanno come protagonista una misteriosa valigetta. L’abbiamo fatta grossa rappresenta un colpo a vuoto mastodontico per Verdone, che già ultimamente non se la passava benissimo, le sue ultime pellicole non erano di certo indimenticabili, ma qui si supera (in peggio), sfornando una commedia che vorrebbe essere scacciapensieri e garbata ma che in realtà sembra un cinepanettone di infimo ordine. Le battute che dovrebbero far ridere lo spettatore hanno a che fare con le misure degli organi genitali maschili, imitazioni stereotipate degli omosessuali (che sono vecchie di vent’anni) e una fellatio involontaria tra Albanese e Verdone in un solarium. Come se ciò non bastasse, la storia fa acqua da tutte le parti ed è impossibile credere alle vicende narrate anche solo per un secondo.

abbiamo-fatta-2

Cosa abbia spinto Carlo Verdone a buttarsi in una commedia gialla rimane un mistero. Siamo a Roma, ma potremmo essere ovunque perché l’intreccio non ha alcun senso e ha delle forzature che suscitano involontariamente le uniche risate del film. Gangsters, politici corrotti, travestimenti, pedinamenti, fughe e punti di ritrovo in fabbriche abbandonate (il più classico dei cliché) sono gli infelici elementi che caratterizzano la pellicola. L’abbiamo fatta grossa è un film da dimenticare: volgare, noioso e non credibile sotto tutti i punti di vista, che spreca totalmente una potenziale buona coppia di attori. Meglio archiviarlo al più presto e riguardarsi Borotalco.

Share Button
The following two tabs change content below.
Nicolò Barison

Nicolò Barison

Nicolò Barison nasce a Fossano (CN), classe 1985. Grande appassionato di cinema, è redattore del sito di informazione cinematografica CineCaverna e collabora con la rivista di poesia, arte e letteratura on-line Poetarum Silva (www.poetarumsilva.com).

Be the first to comment

Leave a Reply